La famiglia Bettems è presente a Féchy dall'inizio del XVII secolo ed è una delle più antiche del villaggio (12 generazioni). Dal 1927, 5 generazioni di Bettems hanno portato avanti l'azienda, che oggi è gestita da Alain, sostenuto dai suoi figli. Diventa una società per azioni (Bettems Frères S.A.) nel 1952. Gli appezzamenti di terreno sono sparsi in tutta la denominazione Féchy e sono piantati in campi stretti ed erbosi. Il lavoro di manutenzione e trattamento è meccanizzato. La semina, la potatura, la rimozione delle foglie e la raccolta sono tutte fatte a mano. La cantina è completamente attrezzata e ha una propria linea di imbottigliamento. La Cave de la Crausaz è anche sensibile all'ambiente e ricicla le bottiglie vuote lavandole in cantina.

8 Varietà di uva
15 Bottiglia
22 Ettari

Accueil

 

vd.png

Benvenuti a Féchy! Rivolto a sud con una vista mozzafiato sul lago di Ginevra e le Aples. La Cave de la Crausaz e il suo vigneto di quasi 23 ettari si trovano in questo comune da 5 generazioni. L'edificio principale della cantina risale all'inizio del XVII secolo! La cantina vinifica anche i vini della cantina Vieux Coteaux con un totale di 14 bottiglie tra le due cantine.

La cantina è completamente attrezzata e può produrre 350.000 bottiglie all'anno, imbottigliate dalla propria linea di imbottigliamento! La famiglia Bettems è anche sensibile all'ecologia, infatti, lavano le proprie bottiglie per mezzo di una lavatrice per bottiglie, che permette ai clienti di riportare le loro bottiglie e guadagnare 40 centesimi su ogni pezzo riportato.

Una delle particolarità di questa cantina è che tutto il lavoro di estrazione, rimozione delle foglie e raccolta è fatto a mano.

 

Quali vini bisogna assaggiare quando si visita la Cave de la Crausaz ?

Dato che siamo sulla Côte, la terra di Chasselas, ci lasciamo tentare da uno Chasselas Grand Cru della Cave de la Crausaz. Nel frattempo, un Grappy (succo d'uva gassato offerto ai bambini), una vera delizia. Lo Chasselas Grand Cru ha un bel colore dorato chiaro e brillante. Il primo naso è molto fresco, fine, quasi limonoso con un po' di carbonica, e al palato questo vino è lungo e cremoso con una struttura molto bella ed è elegante.

Continuiamo con l'Allégresse, una miscela di Pinot Noir, Gamaret e Garanoir. Molto piacevole in bocca e con una bella lunghezza. Gli aromi di frutti rossi e bacche delizieranno il vostro palato. Non potevamo andarcene senza aver provato la loro ultima novità: il Mousseux! Questo spumante dal colore giallo brillante è costellato di bollicine fini, generose e fruttate. Questo brut a base di Chardonnay è una magnifica sorpresa per noi! Una superba persistenza in bocca. Viva gli aperitivi in terrazza.